Lo scopo di questo lavoro di tesi è quello di ampliare le conoscenze sulla biologia delle cellule Natural Killer umane, una sottopopolazione linfocitaria del sangue periferico protagonista dell’immunità innata grazie alla sua abilità nel lisare cellule bersaglio in assenza di una precedente stimolazione ed in modo non ristretto al complesso maggiore di istocompatibilità. In particolare, in questa tesi l’attenzione è stata rivolta sull’enzima fosfolipasi C, specifico del ciclo della fosfatidilcolina (PC-PLC), responsabile della produzione di diacilglicerolo e fosfocolina. E’ stata evidenziata, sulla membrana plasmatica delle cellule NK, una correlazione diretta tra i livelli di espressione dell’enzima PC-PLC e quelli del recettore CD16. Inoltre, è stato dimostrato come, a seguito di ingaggio con il suo anticorpo specifico, il CD16 vada incontro ad un processo di internalizzazione, indipendente dall’ATP come fonte energetica, ma citoscheletrodipendente, cui segue una degradazione e una ri-espressione sulla membrana plasmatica delle cellule NK. La stimolazione del recettore induce un significativo incremento nell’attività enzimatica della PCPLC, entro 10 minuti dalla stimolazione. Inoltre, analisi più dettagliate della distribuzione dei due antigeni sulla membrana plasmatica hanno evidenziato la presenza sia della PC-PLC che del CD16 a livello dei microdomini di membrana. Dagli esperimenti di citofluorimetria a flusso si evince come la regolazione esercitata dall’enzima PC-PLC sul CD16 sia un fenomeno altamente specifico. Infatti, gli studi effettuati utilizzando l’inibitore dell’enzima PC-PLC, D609, dimostrano che il recettore CD16 è l’unico ad essere fortemente down-modulato dalla superficie cellulare, tra i vari recettori presenti sui linfociti del sangue periferico umano. Ne consegue che l’attività citotossica CD16-mediata risulta essere completamente abolita in presenza dell’inibitore. Questi dati suggeriscono che l’enzima PCPLC potrebbe svolgere un ruolo chiave nella regolazione dell’espressione del recettore CD16 sulla membrana plasmatica delle cellule NK, sui meccanismi litici CD16-mediati e nella cascata di trasduzione del segnale innescata dalla stimolazione del recettore stesso.

Cecchetti, S. (2008). La fosfolipasi C specifica per fosfatidilcolina nelle cellule Natural Killer: studio degli aspetti funzionali e del traffico recettoriale del CD16.

La fosfolipasi C specifica per fosfatidilcolina nelle cellule Natural Killer: studio degli aspetti funzionali e del traffico recettoriale del CD16

2008-07-28T11:00:09Z

Abstract

Lo scopo di questo lavoro di tesi è quello di ampliare le conoscenze sulla biologia delle cellule Natural Killer umane, una sottopopolazione linfocitaria del sangue periferico protagonista dell’immunità innata grazie alla sua abilità nel lisare cellule bersaglio in assenza di una precedente stimolazione ed in modo non ristretto al complesso maggiore di istocompatibilità. In particolare, in questa tesi l’attenzione è stata rivolta sull’enzima fosfolipasi C, specifico del ciclo della fosfatidilcolina (PC-PLC), responsabile della produzione di diacilglicerolo e fosfocolina. E’ stata evidenziata, sulla membrana plasmatica delle cellule NK, una correlazione diretta tra i livelli di espressione dell’enzima PC-PLC e quelli del recettore CD16. Inoltre, è stato dimostrato come, a seguito di ingaggio con il suo anticorpo specifico, il CD16 vada incontro ad un processo di internalizzazione, indipendente dall’ATP come fonte energetica, ma citoscheletrodipendente, cui segue una degradazione e una ri-espressione sulla membrana plasmatica delle cellule NK. La stimolazione del recettore induce un significativo incremento nell’attività enzimatica della PCPLC, entro 10 minuti dalla stimolazione. Inoltre, analisi più dettagliate della distribuzione dei due antigeni sulla membrana plasmatica hanno evidenziato la presenza sia della PC-PLC che del CD16 a livello dei microdomini di membrana. Dagli esperimenti di citofluorimetria a flusso si evince come la regolazione esercitata dall’enzima PC-PLC sul CD16 sia un fenomeno altamente specifico. Infatti, gli studi effettuati utilizzando l’inibitore dell’enzima PC-PLC, D609, dimostrano che il recettore CD16 è l’unico ad essere fortemente down-modulato dalla superficie cellulare, tra i vari recettori presenti sui linfociti del sangue periferico umano. Ne consegue che l’attività citotossica CD16-mediata risulta essere completamente abolita in presenza dell’inibitore. Questi dati suggeriscono che l’enzima PCPLC potrebbe svolgere un ruolo chiave nella regolazione dell’espressione del recettore CD16 sulla membrana plasmatica delle cellule NK, sui meccanismi litici CD16-mediati e nella cascata di trasduzione del segnale innescata dalla stimolazione del recettore stesso.
A.A. 2007/2008
cellule natural killer
recettori specifici per il frammento Fc delle Ig (FcR)
attivazione cellulare
mediatori lipidici
citotossicità
Natural Killer cells
FcR Receptors
cell activation
cytotoxicity
lipid mediators
Settore MED/04 - Patologia Generale
en
Tesi di dottorato
Cecchetti, S. (2008). La fosfolipasi C specifica per fosfatidilcolina nelle cellule Natural Killer: studio degli aspetti funzionali e del traffico recettoriale del CD16.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi.pdf

accesso aperto

Descrizione: Thesis
Dimensione 332.77 kB
Formato Adobe PDF
332.77 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Figure tesi.pdf

accesso aperto

Descrizione: Images
Dimensione 19.7 MB
Formato Adobe PDF
19.7 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
sommario.pdf

accesso aperto

Descrizione: Abstracts
Dimensione 10.54 kB
Formato Adobe PDF
10.54 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Abbreviazioni.pdf

accesso aperto

Descrizione: Abbreviations and keywords
Dimensione 4.25 kB
Formato Adobe PDF
4.25 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/563
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact