The finality and scope of each surgery procedure is the capacity to delete the wound , defined as pathological , providing less eventual damages to neighbouring tissues and creating the conditions for a local recovery process in short medium and long term. Those statements are valid also in the wide field of laser rays’ applications. The market offers many kind of laser equipments which are provided with specific particularities highlighted in the electromagnetic waves features. These peculiarities are connected not only to the tissue’s cut characteristics, to the working time and to the wounds deepness or to the execution modalities. They are oriented towards the absorption potentials of the laser waves in each tissue’s component. In particular diode lasers are particularly effective for some fundamental features: • complete sterility of the power source with a consequent decontamination and sterilization of the treated tissues; • less temperature increasing on the mark compared to similar treatments with other kind of lasers; • minimal need of local anaesthetic; • perfect control on haemostasis owed to the optimal affinity with the haemoglobin that see it fit to any surgical oral intervention; • minimal need of stitches; • minimal damage of neighbouring tissues. Therefore we can consider the diode laser not only an high tech device that allow to treat organic wounds with ease, but a selective therapeutic method that permit to identify organic components and tissues to treat with absolute accuracy.

Le finalità e gli scopi di ogni procedura chirurgica sono quelli di poter eliminare la lesione definita patologica, comportando minori danni possibili ai tessuti limitrofi e creando le premesse affinché si abbia localmente un processo di guarigione senza complicanze a breve, medio e lungo termine. Questi principi sono validi anche nel vasto campo delle applicazioni dei raggi laser. Il mercato propone numerose apparecchiature laser, che presentano particolari specificità insite alle caratteristiche delle onde elettromagnetiche prodotte. Queste particolari specificità non sono solo messe in relazione alle caratteristiche del taglio dei tessuti, ai tempi di lavoro, alla profondità delle ferite chirurgiche o alle metodiche di esecuzione, ma sono rivolte alla specificità di assorbimento delle onde laser di ogni singola componente tissutale. Il laser a diodi in particolare si rivela efficace per alcune caratteristiche fondamentali: • completa sterilità della fonte energetica con conseguente decontaminazione e sterilizzazione dei tessuti trattati; • minor aumento della temperatura sul bersaglio trattato in confronto ai parametri simili di trattamento con altri tipi di laser; • minima necessità di utilizzazione dell’anestetico locale; • perfetto controllo dell’emostasi, dovuto all’ottima affinità verso l’emoglobina, che lo rendono adatto a qualsiasi intervento di piccola chirurgia orale; • minima indispensabilità dell’applicazione di punti di sutura; • minimo danno al tessuto circostante l’area di trattamento. Si può considerare quindi il laser non solo un dispositivo tecnologicamente avanzato che permette di trattare chirurgicamente lesioni organiche con grande facilità, ma una metodica terapeutica selettiva che consente di identificare componenti organici e tissutali da poter colpire con assoluta precisione.

Perugia, C. (2008). Il laser a diodi in chirurgia orale.

Il laser a diodi in chirurgia orale

PERUGIA, CESARE
2008-07-07

Abstract

Le finalità e gli scopi di ogni procedura chirurgica sono quelli di poter eliminare la lesione definita patologica, comportando minori danni possibili ai tessuti limitrofi e creando le premesse affinché si abbia localmente un processo di guarigione senza complicanze a breve, medio e lungo termine. Questi principi sono validi anche nel vasto campo delle applicazioni dei raggi laser. Il mercato propone numerose apparecchiature laser, che presentano particolari specificità insite alle caratteristiche delle onde elettromagnetiche prodotte. Queste particolari specificità non sono solo messe in relazione alle caratteristiche del taglio dei tessuti, ai tempi di lavoro, alla profondità delle ferite chirurgiche o alle metodiche di esecuzione, ma sono rivolte alla specificità di assorbimento delle onde laser di ogni singola componente tissutale. Il laser a diodi in particolare si rivela efficace per alcune caratteristiche fondamentali: • completa sterilità della fonte energetica con conseguente decontaminazione e sterilizzazione dei tessuti trattati; • minor aumento della temperatura sul bersaglio trattato in confronto ai parametri simili di trattamento con altri tipi di laser; • minima necessità di utilizzazione dell’anestetico locale; • perfetto controllo dell’emostasi, dovuto all’ottima affinità verso l’emoglobina, che lo rendono adatto a qualsiasi intervento di piccola chirurgia orale; • minima indispensabilità dell’applicazione di punti di sutura; • minimo danno al tessuto circostante l’area di trattamento. Si può considerare quindi il laser non solo un dispositivo tecnologicamente avanzato che permette di trattare chirurgicamente lesioni organiche con grande facilità, ma una metodica terapeutica selettiva che consente di identificare componenti organici e tissutali da poter colpire con assoluta precisione.
A.A. 2007/2008
Tecnologie e terapie avanzate in chirurgia
20.
The finality and scope of each surgery procedure is the capacity to delete the wound , defined as pathological , providing less eventual damages to neighbouring tissues and creating the conditions for a local recovery process in short medium and long term. Those statements are valid also in the wide field of laser rays’ applications. The market offers many kind of laser equipments which are provided with specific particularities highlighted in the electromagnetic waves features. These peculiarities are connected not only to the tissue’s cut characteristics, to the working time and to the wounds deepness or to the execution modalities. They are oriented towards the absorption potentials of the laser waves in each tissue’s component. In particular diode lasers are particularly effective for some fundamental features: • complete sterility of the power source with a consequent decontamination and sterilization of the treated tissues; • less temperature increasing on the mark compared to similar treatments with other kind of lasers; • minimal need of local anaesthetic; • perfect control on haemostasis owed to the optimal affinity with the haemoglobin that see it fit to any surgical oral intervention; • minimal need of stitches; • minimal damage of neighbouring tissues. Therefore we can consider the diode laser not only an high tech device that allow to treat organic wounds with ease, but a selective therapeutic method that permit to identify organic components and tissues to treat with absolute accuracy.
laser a diodi; interazione laser tessuti; chirurgia orale laser assistita; frenulectomia
Settore MED/28 - Malattie Odontostomatologiche
Italian
Tesi di dottorato
Perugia, C. (2008). Il laser a diodi in chirurgia orale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TESI Dott.Cesare Perugia.pdf

non disponibili

Dimensione 3.6 MB
Formato Adobe PDF
3.6 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2108/544
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact