Una biometria per gli embrioni?