L’attività di ricerca è stata avviata con l’obiettivo di ricomporre in un quadro organico l’insieme delle fasi, degli strumenti e delle tecniche disponibili per la previsione e la gestione dello sviluppo tecnologico, fornendo un contributo per la sistematizzazione di una importante classe di modelli, al fine di renderli maggiormente fruibili, come strumento di supporto per le scelte strategiche delle organizzazioni imprenditoriali e delle istituzioni che investono per aumentare la competitività e per accrescere rispettivamente la produttività aziendale e nazionale. Rispetto alla letteratura di riferimento, l’attività di ricerca ha l’obiettivo di fornire un utile contributo al fine di conseguire un miglioramento del processo ciclico di pianificazione strategica delle innovazioni tecnologiche, che deve essere così articolato: • la definizione del problema, con la descrizione degli obiettivi, della tecnologia e del contesto sociale; • il monitoraggio della diffusione delle tecnologie e dell’andamento generale del sistema socio-economico (su scala nazionale ed internazionale), adeguatamente modellizzato; • le previsioni necessarie a rendere più chiaro ai manager l’insieme dei possibili scenari presenti e futuri collegati alle stesse innovazioni, comprensivi di eventuali esternalità, attraverso l’utilizzo di alcune tecniche e metodi sperimentali disponibili fra i quali l’estrapolazione del trend tecnologico (Regressione linere, modelli di Fisher-Pry e Gompertz, equazioni differenziali di Lotka-Volterra), la simulazione (analisi degli effetti incrociati e modello Ksim) e l’opinione dell’esperto; • la definizione di una serie di possibili alternative di innovazione tecnologica e l’identificazione, l’analisi e la valutazione preventiva dei loro effetti (scientifici e tecnologici, socio-economici, istituzionali, culturali, politici, ambientali, ecc…) che generano cambiamenti sulle persone, sulla società, su prodotti e servizi, nelle organizzazioni. L’analisi delle alternative è svolta attraverso l’uso di tecniche di comparazione (quali l’Analisi Costi/Benefici e l’Analisi dei rischi); • l’adeguata modalità di gestione del processo logico-decisionale e delle scelte di investimento relative ai progetti alternativi di innovazione, con la partecipazione degli stakeholder, e la comunicazione dei risultati (utilizzando il metodo degli obiettivi multipli, l’Analytic Hierarchy Process e l’analisi degli scenari); • il monitoraggio dei feedback per verificare e per confrontare i risultati positivi e gli effetti indesiderati - rispetto agli obiettivi prefissati - della strategie di innovazione realmente adottate, anche in relazione alle aspettative previsionali ed alle responsabilità sociali dei manager. L’applicazione è stata eseguita utilizzando i metodi sperimentali disponibili per l’estrapolazione del trend tecnologico nell’ambito del mercato italiano dell’home video, mostrando una possibile evoluzione della diffusione dei supporti DVD e VHS e della sostituzione della prima tecnologia con la seconda.

Bianchi, G.L. (2008). Le metodologie razionali per la previsione e la gestione dello sviluppo tecnologico.

Le metodologie razionali per la previsione e la gestione dello sviluppo tecnologico

2008-01-11

Abstract

L’attività di ricerca è stata avviata con l’obiettivo di ricomporre in un quadro organico l’insieme delle fasi, degli strumenti e delle tecniche disponibili per la previsione e la gestione dello sviluppo tecnologico, fornendo un contributo per la sistematizzazione di una importante classe di modelli, al fine di renderli maggiormente fruibili, come strumento di supporto per le scelte strategiche delle organizzazioni imprenditoriali e delle istituzioni che investono per aumentare la competitività e per accrescere rispettivamente la produttività aziendale e nazionale. Rispetto alla letteratura di riferimento, l’attività di ricerca ha l’obiettivo di fornire un utile contributo al fine di conseguire un miglioramento del processo ciclico di pianificazione strategica delle innovazioni tecnologiche, che deve essere così articolato: • la definizione del problema, con la descrizione degli obiettivi, della tecnologia e del contesto sociale; • il monitoraggio della diffusione delle tecnologie e dell’andamento generale del sistema socio-economico (su scala nazionale ed internazionale), adeguatamente modellizzato; • le previsioni necessarie a rendere più chiaro ai manager l’insieme dei possibili scenari presenti e futuri collegati alle stesse innovazioni, comprensivi di eventuali esternalità, attraverso l’utilizzo di alcune tecniche e metodi sperimentali disponibili fra i quali l’estrapolazione del trend tecnologico (Regressione linere, modelli di Fisher-Pry e Gompertz, equazioni differenziali di Lotka-Volterra), la simulazione (analisi degli effetti incrociati e modello Ksim) e l’opinione dell’esperto; • la definizione di una serie di possibili alternative di innovazione tecnologica e l’identificazione, l’analisi e la valutazione preventiva dei loro effetti (scientifici e tecnologici, socio-economici, istituzionali, culturali, politici, ambientali, ecc…) che generano cambiamenti sulle persone, sulla società, su prodotti e servizi, nelle organizzazioni. L’analisi delle alternative è svolta attraverso l’uso di tecniche di comparazione (quali l’Analisi Costi/Benefici e l’Analisi dei rischi); • l’adeguata modalità di gestione del processo logico-decisionale e delle scelte di investimento relative ai progetti alternativi di innovazione, con la partecipazione degli stakeholder, e la comunicazione dei risultati (utilizzando il metodo degli obiettivi multipli, l’Analytic Hierarchy Process e l’analisi degli scenari); • il monitoraggio dei feedback per verificare e per confrontare i risultati positivi e gli effetti indesiderati - rispetto agli obiettivi prefissati - della strategie di innovazione realmente adottate, anche in relazione alle aspettative previsionali ed alle responsabilità sociali dei manager. L’applicazione è stata eseguita utilizzando i metodi sperimentali disponibili per l’estrapolazione del trend tecnologico nell’ambito del mercato italiano dell’home video, mostrando una possibile evoluzione della diffusione dei supporti DVD e VHS e della sostituzione della prima tecnologia con la seconda.
A.A. 2007/2008
innovazione tecnologica
sviluppo tecnologico
pianificazione strategica
monitoraggio del trend tecnologico
tecniche di previsione
diffusione dell’innovazione
home video
it
Tesi di dottorato
Bianchi, G.L. (2008). Le metodologie razionali per la previsione e la gestione dello sviluppo tecnologico.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi Previsione e gestione della tecnologia_TOTALE_20071220.pdf

accesso aperto

Descrizione: Thesis
Dimensione 1.82 MB
Formato Adobe PDF
1.82 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2108/388
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact