In origine considerate in termini di eccezionalità o quanto meno di specialità, le tre forme di lavoro oggetto dello studio vengono, secondo l’autore, progressivamente ad assumere un ruolo stabile nel sistema del diritto del lavoro e al contempo possono fungere da chiave di decodificazione dei nuovi equilibri che si delineano al suo interno. L’analisi si incentra dapprima sul lavoro coordinato ed è condotta partendo dalle collaborazioni coordinate e continuative, anche sotto il profilo della rappresentanza sindacale di tali forme di lavoro. L'analisi si incentra poi sulla figura del lavoro a progetto. Nella seconda parte l’analisi si rivolge al lavoro associato, e, in questo ambito, in primis al lavoro del socio di cooperativa, dove l’autore si sofferma sulle diverse forme di lavoro di scambio deducibili nel contratto, anche con riguardo al rapporto tra questa normativa e quella sul lavoro a progetto. Infine, l’analisi si rivolge al contratto di associazione in partecipazione, partendo dall’indagine sui criteri volti a differenziare la fattispecie da quella del contratto di lavoro subordinato.

Passalacqua, P. (2012). La nuova disciplina del lavoro autonomo e associato. Il lavoro coordinato e a progetto, il lavoro del socio di cooperativa, l’associazione in partecipazione dopo la “riforma Fornero”. UTET.

La nuova disciplina del lavoro autonomo e associato. Il lavoro coordinato e a progetto, il lavoro del socio di cooperativa, l’associazione in partecipazione dopo la “riforma Fornero”

Passalacqua, P
2012

Abstract

In origine considerate in termini di eccezionalità o quanto meno di specialità, le tre forme di lavoro oggetto dello studio vengono, secondo l’autore, progressivamente ad assumere un ruolo stabile nel sistema del diritto del lavoro e al contempo possono fungere da chiave di decodificazione dei nuovi equilibri che si delineano al suo interno. L’analisi si incentra dapprima sul lavoro coordinato ed è condotta partendo dalle collaborazioni coordinate e continuative, anche sotto il profilo della rappresentanza sindacale di tali forme di lavoro. L'analisi si incentra poi sulla figura del lavoro a progetto. Nella seconda parte l’analisi si rivolge al lavoro associato, e, in questo ambito, in primis al lavoro del socio di cooperativa, dove l’autore si sofferma sulle diverse forme di lavoro di scambio deducibili nel contratto, anche con riguardo al rapporto tra questa normativa e quella sul lavoro a progetto. Infine, l’analisi si rivolge al contratto di associazione in partecipazione, partendo dall’indagine sui criteri volti a differenziare la fattispecie da quella del contratto di lavoro subordinato.
Settore IUS/07
Italian
Rilevanza nazionale
Monografia
Collaborazioni coordinate e continuative; lavoro a progetto; lavoro socio di cooperativa; associazione in partecipazione.
Passalacqua, P. (2012). La nuova disciplina del lavoro autonomo e associato. Il lavoro coordinato e a progetto, il lavoro del socio di cooperativa, l’associazione in partecipazione dopo la “riforma Fornero”. UTET.
Monografia
Passalacqua, P
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Passalacqua_LA NUOVA DISCIPLINA DEL LAVORO AUTONOMO E ASSOCIATO.pdf

solo utenti autorizzati

Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 1.42 MB
Formato Adobe PDF
1.42 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/305591
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact