L’autore svolge un’indagine sul complesso ruolo della contrattazione collettiva nella regolamentazione del contratto a termine. Questa prende le mosse dalle innovazioni apportate dalla nuova normativa di fonte legale dettata dal d.lgs. n. 368 del 2001 in raffronto con la normativa previgente, anche in relazione al differente ruolo riconosciuto alla contrattazione collettiva nella regolamentazione dell’istituto. In particolare poi, l’analisi si rivolge ai singoli ambiti in cui la contrattazione collettiva svolge tale ruolo, come innanzitutto avviene in materia di determinazione dei limiti quantitativi di utilizzo dei contratti a termine. Si passa poi al versante della gestione collettiva della formazione e dell’informazione e poi ai casi di rinvio devolutivo, derogatorio e autorizzatorio disposti dalla legge. Infine l’indagine si rivolge alla disciplina transitoria in materia di contratto a termine che richiama le determinazione assunte dalla contrattazione collettiva in materia.

Passalacqua, P. (2002). Il ruolo dell’autonomia collettiva nella regolamentazione del contratto a termine. In G. Perone (a cura di), Il contratto di lavoro a tempo determinato nel d.lgs. 6 settembre 2001, n. 368 (pp. 127-151). Giappichelli.

Il ruolo dell’autonomia collettiva nella regolamentazione del contratto a termine

Passalacqua, P
2002

Abstract

L’autore svolge un’indagine sul complesso ruolo della contrattazione collettiva nella regolamentazione del contratto a termine. Questa prende le mosse dalle innovazioni apportate dalla nuova normativa di fonte legale dettata dal d.lgs. n. 368 del 2001 in raffronto con la normativa previgente, anche in relazione al differente ruolo riconosciuto alla contrattazione collettiva nella regolamentazione dell’istituto. In particolare poi, l’analisi si rivolge ai singoli ambiti in cui la contrattazione collettiva svolge tale ruolo, come innanzitutto avviene in materia di determinazione dei limiti quantitativi di utilizzo dei contratti a termine. Si passa poi al versante della gestione collettiva della formazione e dell’informazione e poi ai casi di rinvio devolutivo, derogatorio e autorizzatorio disposti dalla legge. Infine l’indagine si rivolge alla disciplina transitoria in materia di contratto a termine che richiama le determinazione assunte dalla contrattazione collettiva in materia.
Settore IUS/07
Italian
Rilevanza nazionale
Capitolo o saggio
Contratto di lavoro subordinato a termine; rapporto legge-autonomia collettiva; limiti quantitativi; contingentamento; categoria contrattuale; livello di contrattazione; sanzioni; violazione limite percentuale; rinvio devolutivo; rinvio derogatorio; rinvio autorizzatorio; disciplina transitoria; sopravvivenza ipotesi contratto a termine.
Passalacqua, P. (2002). Il ruolo dell’autonomia collettiva nella regolamentazione del contratto a termine. In G. Perone (a cura di), Il contratto di lavoro a tempo determinato nel d.lgs. 6 settembre 2001, n. 368 (pp. 127-151). Giappichelli.
Passalacqua, P
Contributo in libro
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2002-Contrattazione collettiva e lavoro a termine.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 2.78 MB
Formato Adobe PDF
2.78 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2108/305579
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact