The article examines the impact of digitization on the fundamental rights of workers, underlining the need to consider its consequences on quality and working conditions, to evaluate the opportunities but also the possible risks. First, the implications of the use of digital tools and the emergence of algorithmic management are analysed because they alter the traditional role of the employer allowing a non-transparent, often discriminatory management of employment relationships that can escape human control. Subsequently, the emergence of new forms of work and their difficult legal qualification are described. In particular, the problem of the correct identification of the employment status of platform workers is illustrated, resulting in the uncertainty of their protective regime. Another issue examined relates to health and safety risks directly attributable to both technological tools and the methods of their use. Lastly, the new methods of participation of workers in trade union activity as well as strike are outlined.

L’articolo esamina l’impatto della digitalizzazione sui diritti fondamentali dei lavoratori sottolineando la necessità di considerare le sue conseguenze sulla qualità e sulle condizioni di lavoro, per valutarne le opportunità ma anche i possibili rischi. Innanzitutto, vengono analizzate le implicazioni dell’uso di strumenti digitali e dell’emergere dell’algorithmic management, perché alterano il ruolo tradizionale del datore di lavoro permettendo una gestione dei rapporti di lavoro non trasparente, spesso discriminatoria e che può sottrarsi al controllo umano. Successivamente si registra l’emersione di nuove forme di attività lavorativa e la loro difficile qualificazione giuridica. In particolare, viene illustrato il problema della corretta identificazione dello status occupazionale dei lavoratori su piattaforma da cui consegue l’incertezza del loro regime protettivo. Altro tema esaminato è quello dei rischi per la salute e la sicurezza direttamente imputabili sia agli strumenti tecnologici, che alle modalità del loro utilizzo. Da ultimo si espongono le nuove modalità di partecipazione dei lavoratori all’attività sindacale nonché allo sciopero.

D'Andrea, A. (2022). Il ruolo dell’innovazione tecnologica nella trasformazione dei diritti dei lavoratori. REVISTA DIREITO DAS RELAÇÕES SOCIAIS E TRABALHISTAS, 8(1), 51-84.

Il ruolo dell’innovazione tecnologica nella trasformazione dei diritti dei lavoratori

D'Andrea Antonella
2022-06

Abstract

L’articolo esamina l’impatto della digitalizzazione sui diritti fondamentali dei lavoratori sottolineando la necessità di considerare le sue conseguenze sulla qualità e sulle condizioni di lavoro, per valutarne le opportunità ma anche i possibili rischi. Innanzitutto, vengono analizzate le implicazioni dell’uso di strumenti digitali e dell’emergere dell’algorithmic management, perché alterano il ruolo tradizionale del datore di lavoro permettendo una gestione dei rapporti di lavoro non trasparente, spesso discriminatoria e che può sottrarsi al controllo umano. Successivamente si registra l’emersione di nuove forme di attività lavorativa e la loro difficile qualificazione giuridica. In particolare, viene illustrato il problema della corretta identificazione dello status occupazionale dei lavoratori su piattaforma da cui consegue l’incertezza del loro regime protettivo. Altro tema esaminato è quello dei rischi per la salute e la sicurezza direttamente imputabili sia agli strumenti tecnologici, che alle modalità del loro utilizzo. Da ultimo si espongono le nuove modalità di partecipazione dei lavoratori all’attività sindacale nonché allo sciopero.
Pubblicato
Rilevanza internazionale
Articolo
Esperti anonimi
Settore IUS/07
Italian
The article examines the impact of digitization on the fundamental rights of workers, underlining the need to consider its consequences on quality and working conditions, to evaluate the opportunities but also the possible risks. First, the implications of the use of digital tools and the emergence of algorithmic management are analysed because they alter the traditional role of the employer allowing a non-transparent, often discriminatory management of employment relationships that can escape human control. Subsequently, the emergence of new forms of work and their difficult legal qualification are described. In particular, the problem of the correct identification of the employment status of platform workers is illustrated, resulting in the uncertainty of their protective regime. Another issue examined relates to health and safety risks directly attributable to both technological tools and the methods of their use. Lastly, the new methods of participation of workers in trade union activity as well as strike are outlined.
Digital labour; labour platforms; fundamental rights; algorithmic management; technological innovation.
Diritti fondamentali; lavoro digitale; piattaforme di lavoro; innovazione tecnologica; gestione algoritmica.
Double Blind Review. Il Consiglio editoriale della Rivista è costituito da giuslavoristi europei e latino-americani.
https://publicacoes.udf.edu.br/index.php/relacoes-sociais-trabalhista/issue/view/33/70
D'Andrea, A. (2022). Il ruolo dell’innovazione tecnologica nella trasformazione dei diritti dei lavoratori. REVISTA DIREITO DAS RELAÇÕES SOCIAIS E TRABALHISTAS, 8(1), 51-84.
D'Andrea, A
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RDRST n. 1_2022.pdf

solo utenti autorizzati

Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 2.4 MB
Formato Adobe PDF
2.4 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/304360
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact