The Constitutional Court has recognized the incompatibility of the judge of execution to pronounce again, following annulment with referral by the Court of Cassation, on the request for redetermination of the “unconstitutional” penalty. Such recognition represents another overcoming of the assumption that evaluations of merit are extraneous to the executive phase. This raises the issue of the impartiality of executive jurisdiction. The current morphology of criminal execution as an autonomous phase of the proceedings makes, in fact, anachronistic the absence of a functional incompatibility on the model already outlined by art. 34, paragraph 2-bis, c.p.p.

La riconosciuta incompatibilità del giudice dell’esecuzione a pronunciarsi, nuovamente, in sede di rinvio, sulla richiesta di ricalcolo della pena “incostituzionale”, nel segnare l’ennesimo superamento dell’assunto per cui giudizi di merito sarebbero estranei al segmento attuativo del comando, ripropone il tema dell’imparzialità della giurisdizione in executivis. L’attuale morfologia dell’esecuzione penale, quale fase autonoma del procedimento, a cui non sono aliene logiche cognitive, rende, in effetti, anacronistica l’assenza di un’incompatibilità funzionale sul modello già delineato dall’art. 34, comma 2-bis, c.p.p.

Troisi, P. (2022). Giudizio in executivis e incompatibilità endoprocessuale. PROCESSO PENALE E GIUSTIZIA(4), 879-893.

Giudizio in executivis e incompatibilità endoprocessuale

Troisi, P
2022-01-01

Abstract

La riconosciuta incompatibilità del giudice dell’esecuzione a pronunciarsi, nuovamente, in sede di rinvio, sulla richiesta di ricalcolo della pena “incostituzionale”, nel segnare l’ennesimo superamento dell’assunto per cui giudizi di merito sarebbero estranei al segmento attuativo del comando, ripropone il tema dell’imparzialità della giurisdizione in executivis. L’attuale morfologia dell’esecuzione penale, quale fase autonoma del procedimento, a cui non sono aliene logiche cognitive, rende, in effetti, anacronistica l’assenza di un’incompatibilità funzionale sul modello già delineato dall’art. 34, comma 2-bis, c.p.p.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Esperti anonimi
Settore IUS/16
Italian
The Constitutional Court has recognized the incompatibility of the judge of execution to pronounce again, following annulment with referral by the Court of Cassation, on the request for redetermination of the “unconstitutional” penalty. Such recognition represents another overcoming of the assumption that evaluations of merit are extraneous to the executive phase. This raises the issue of the impartiality of executive jurisdiction. The current morphology of criminal execution as an autonomous phase of the proceedings makes, in fact, anachronistic the absence of a functional incompatibility on the model already outlined by art. 34, paragraph 2-bis, c.p.p.
Troisi, P. (2022). Giudizio in executivis e incompatibilità endoprocessuale. PROCESSO PENALE E GIUSTIZIA(4), 879-893.
Troisi, P
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Giudizio in executivis e incompatibilità endoprocessuale.pdf

solo utenti autorizzati

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 1.16 MB
Formato Adobe PDF
1.16 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2108/303897
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact