The parallelism between psyche and polis in the Republic appears to be not a perfect one; consequently some problems arise that modern interpreters have variously dealt with. The study of the semantic field of the term ethos and the analysis of the conceptual values this term acquires in Platonic usage allows shedding some light on Plato’s perspective on psychological and political dynamics, which doesn’t bear the modern rigid distinctions between nature and culture, or between the individual sphere and the collective one. From this perspective some problems which allegedly affect Plato’s psychology reveal rather as the effect of inappropriate interpretive frameworks.

Il parallelismo fra psyche e polis nella Repubblica presenta alcuni aspetti problematici che hanno dato luogo negli studi recenti a differenti versioni interpretative. Lo studio del campo semantico del termine ethos e delle valenze concettuali che esso acquista nell’uso platonico consente di mettere in luce come la prospettiva dalla quale Platone guarda alle dinamiche in questione non contempli rigidi diaframmi fra psicologico e politico, fra individuale e collettivo, fra naturale e culturale. Da questa prospettiva alcune presunte asperità concettuali della psicologia platonica si rivelano piuttosto come il frutto dell’applicazione di griglie interpretative forse inappropriate.

Aronadio, F. (2010). Psicologia e politica nella «Repubblica» di Platone: il ruolo dell’«ethos». GIORNALE CRITICO DELLA FILOSOFIA ITALIANA, 89(3), 491-516.

Psicologia e politica nella «Repubblica» di Platone: il ruolo dell’«ethos»

ARONADIO, FRANCESCO
2010

Abstract

Il parallelismo fra psyche e polis nella Repubblica presenta alcuni aspetti problematici che hanno dato luogo negli studi recenti a differenti versioni interpretative. Lo studio del campo semantico del termine ethos e delle valenze concettuali che esso acquista nell’uso platonico consente di mettere in luce come la prospettiva dalla quale Platone guarda alle dinamiche in questione non contempli rigidi diaframmi fra psicologico e politico, fra individuale e collettivo, fra naturale e culturale. Da questa prospettiva alcune presunte asperità concettuali della psicologia platonica si rivelano piuttosto come il frutto dell’applicazione di griglie interpretative forse inappropriate.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Sì, ma tipo non specificato
Settore M-FIL/06 - Storia della Filosofia
Italian
The parallelism between psyche and polis in the Republic appears to be not a perfect one; consequently some problems arise that modern interpreters have variously dealt with. The study of the semantic field of the term ethos and the analysis of the conceptual values this term acquires in Platonic usage allows shedding some light on Plato’s perspective on psychological and political dynamics, which doesn’t bear the modern rigid distinctions between nature and culture, or between the individual sphere and the collective one. From this perspective some problems which allegedly affect Plato’s psychology reveal rather as the effect of inappropriate interpretive frameworks.
Platone; psyche; ethos
Aronadio, F. (2010). Psicologia e politica nella «Repubblica» di Platone: il ruolo dell’«ethos». GIORNALE CRITICO DELLA FILOSOFIA ITALIANA, 89(3), 491-516.
Aronadio, F
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/29645
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact