Abstract “Prescrizione ed obbligazioni solidali” (Jus Civile, fascicolo settembre-ottobre 2020, n.5) La S.C. statuisce che l’eccezione di prescrizione vittoriosamente sollevata dall’assicuratore della r.c.a. giovi anche al responsabile del sinistro, condebitore solidale rimasto contumace. A questo risultato non si perviene in modo diretto, ossia postulando che l’eccezione di uno dei debitori in solido rilevi, quando non di carattere “personale”, anche a favore degli altri (tesi, questa, negata dall’opinione prevalente e preferibile). Si asserisce invece l’applicabilità della norma onde il terzo è legittimato a far valere la prescrizione del debito altrui quando a ciò abbia un interesse (art. 2939 c.c.). Nella specie l’interesse consisterebbe, si sostiene, nel fatto che ove non si determinasse la liberazione anche del condebitore, e questo fosse costretto a pagare, l’assicuratore rimarrebbe esposto, nei rapporti interni, al regresso del responsabile del sinistro. L’autore mette in luce il forte sapore di escamotage della pronuncia, la inconsistenza dell’argomento tratto dall’in realtà inesistente rischio del regresso (il principio di auto responsabilità preclude al condebitore che abbia pagato un debito prescritto di rivalersi sui consorti) e, in definitiva, l’oggettivo vulnus che essa inferisce al carattere dispositivo delle eccezioni in senso stretto e comunque alla loro inefficacia ultra partes nei giudizi attinenti ad obbligazioni solidali. Alcuni spunti finali sono dedicati ai problemi, poco esplorati, che derivano dalle ipotesi, molteplici e frequenti, di estinzione non simultanea dei singoli vincoli nelle obbligazioni solidali.

D'Alessandro, C. (2020). Prescrizione ed obbligazioni solidali. JUS CIVILE.

Prescrizione ed obbligazioni solidali

Carlo d'Alessandro
2020

Abstract

Abstract “Prescrizione ed obbligazioni solidali” (Jus Civile, fascicolo settembre-ottobre 2020, n.5) La S.C. statuisce che l’eccezione di prescrizione vittoriosamente sollevata dall’assicuratore della r.c.a. giovi anche al responsabile del sinistro, condebitore solidale rimasto contumace. A questo risultato non si perviene in modo diretto, ossia postulando che l’eccezione di uno dei debitori in solido rilevi, quando non di carattere “personale”, anche a favore degli altri (tesi, questa, negata dall’opinione prevalente e preferibile). Si asserisce invece l’applicabilità della norma onde il terzo è legittimato a far valere la prescrizione del debito altrui quando a ciò abbia un interesse (art. 2939 c.c.). Nella specie l’interesse consisterebbe, si sostiene, nel fatto che ove non si determinasse la liberazione anche del condebitore, e questo fosse costretto a pagare, l’assicuratore rimarrebbe esposto, nei rapporti interni, al regresso del responsabile del sinistro. L’autore mette in luce il forte sapore di escamotage della pronuncia, la inconsistenza dell’argomento tratto dall’in realtà inesistente rischio del regresso (il principio di auto responsabilità preclude al condebitore che abbia pagato un debito prescritto di rivalersi sui consorti) e, in definitiva, l’oggettivo vulnus che essa inferisce al carattere dispositivo delle eccezioni in senso stretto e comunque alla loro inefficacia ultra partes nei giudizi attinenti ad obbligazioni solidali. Alcuni spunti finali sono dedicati ai problemi, poco esplorati, che derivano dalle ipotesi, molteplici e frequenti, di estinzione non simultanea dei singoli vincoli nelle obbligazioni solidali.
In corso di stampa
Rilevanza nazionale
Commento
Esperti anonimi
Settore IUS/01
Italian
D'Alessandro, C. (2020). Prescrizione ed obbligazioni solidali. JUS CIVILE.
D'Alessandro, C
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Attestato prof d'Alessandro.pdf

non disponibili

Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Non specificato
Dimensione 166.71 kB
Formato Adobe PDF
166.71 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia
Perscrizione ed obbligazionio solidali_estratto con copertina.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 760.05 kB
Formato Adobe PDF
760.05 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2108/255656
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact