L’articolo costituisce una nota di commento alla pronuncia del Tribunale di Napoli dell’8 gennaio 2009, in tema di anatocismo nel conto corrente bancario. Lo scritto ripercorre, in primo luogo, l’orientamento giurisprudenziale - culminato con la nota sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione (Cass., sez. un., 4 novembre 2004, n. 21095) - in base al quale devono considerarsi nulle per violazione dell’art. 1283 c.c. le clausole contrattuali che prevedono una capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi a carico del correntista. Si affronta poi la questione relativa alle conseguenze della nullità della clausola anatocistica e, in particolare, alla possibilità o meno di capitalizzare gli interessi a carico del cliente con una diversa periodicità. In merito alla ricostruzione del saldo del conto corrente depurato dagli interessi anatocistici, si chiarisce infine la rilevanza dei c.d. "conti d’ordine", diversi dal conto corrente ordinario perché aventi ad oggetto anticipi, cambiali o insoluti.

Accettella, F. (2010). La "depurazione" del saldo del conto corrente dagli interessi anatocistici (tra assenza di estratti conto ed irrilevanza dei c.d. "conti d'ordine"). BANCA BORSA E TITOLI DI CREDITO, 63(5), 631-640.

La "depurazione" del saldo del conto corrente dagli interessi anatocistici (tra assenza di estratti conto ed irrilevanza dei c.d. "conti d'ordine")

ACCETTELLA, FRANCESCO
2010

Abstract

L’articolo costituisce una nota di commento alla pronuncia del Tribunale di Napoli dell’8 gennaio 2009, in tema di anatocismo nel conto corrente bancario. Lo scritto ripercorre, in primo luogo, l’orientamento giurisprudenziale - culminato con la nota sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione (Cass., sez. un., 4 novembre 2004, n. 21095) - in base al quale devono considerarsi nulle per violazione dell’art. 1283 c.c. le clausole contrattuali che prevedono una capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi a carico del correntista. Si affronta poi la questione relativa alle conseguenze della nullità della clausola anatocistica e, in particolare, alla possibilità o meno di capitalizzare gli interessi a carico del cliente con una diversa periodicità. In merito alla ricostruzione del saldo del conto corrente depurato dagli interessi anatocistici, si chiarisce infine la rilevanza dei c.d. "conti d’ordine", diversi dal conto corrente ordinario perché aventi ad oggetto anticipi, cambiali o insoluti.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Nessuno
Settore IUS/04 - Diritto Commerciale
Italian
Nota a sentenza nella quale l'analisi viene sviluppata come in un articolo, al quale è quindi assimilabile (vedi ANVUR, FAQ sul relativo sito web).
Accettella, F. (2010). La "depurazione" del saldo del conto corrente dagli interessi anatocistici (tra assenza di estratti conto ed irrilevanza dei c.d. "conti d'ordine"). BANCA BORSA E TITOLI DI CREDITO, 63(5), 631-640.
Accettella, F
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/21327
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact