In questo studio è affrontato il problema del rapporto fra identità comune europea e identità nazionali dal punto di vista dello storico del diritto. L’identità giuridica comune si fonda sul diritto romano, la cui applicazione venne estesa dalla constitutio antoniniana a tutti i sudditi dell’impero nel 212 d.C., sebbene già in precedenza si fosse evidenziata un’ampia romanizzazione giuridica. Poi, la compilazione giustinianea tramandò il diritto romano alle epoche successive e i suoi contenuti vennero utilizzati per le codificazioni moderne. Sul piano contenutistico, però, i profili di identità nazionale si sono accentuati a causa delle leggi speciali e la normazione dell’Unione europea ha dato origine a regole che sono espressione di una nuova identità comune, svincolata dalla tradizione romanistica. In ogni caso, l’identità comune si rapporta, più che ai contenuti, alla scienza del diritto, che è il principale retaggio dell’esperienza giuridica romana, sebbene i caratteri dei sistemi giuridici contemporanei siano in parte diversi. La normazione europea impone al giurista nuovi compiti, legati alle esigenze di unificazione e di armonizzazione dei sistemi giuridici, che possono essere assolti solo con la consapevolezza della commune tradizione giuridica. Essa è indispensabile sia per la costruzione di una nuova sistematica, comprensiva dei contenuti nazionali ed europei, sia per agevolare la comprensione di concetti moderni che affondano le loro radici nel diritto romano e per fondare istituti che, sebbene non previsti legislativamente in modo espresso, rientrano nella nostra tradizione giuridica. È venuto, pertanto, il momento, per gli storici del diritto e per i giuristi positivi, di unire le forze allo scopo di agevolare l’armonizzazione dei sistemi giuridici nazionali.

Finazzi, G. (2017). Identità nazionali e identità europea alla luce del diritto romano e della tradizione romanistica. ITALIAN REVIEW OF LEGAL HISTORY, 2017(3), 1-68.

Identità nazionali e identità europea alla luce del diritto romano e della tradizione romanistica

Finazzi, G
2017-12

Abstract

In questo studio è affrontato il problema del rapporto fra identità comune europea e identità nazionali dal punto di vista dello storico del diritto. L’identità giuridica comune si fonda sul diritto romano, la cui applicazione venne estesa dalla constitutio antoniniana a tutti i sudditi dell’impero nel 212 d.C., sebbene già in precedenza si fosse evidenziata un’ampia romanizzazione giuridica. Poi, la compilazione giustinianea tramandò il diritto romano alle epoche successive e i suoi contenuti vennero utilizzati per le codificazioni moderne. Sul piano contenutistico, però, i profili di identità nazionale si sono accentuati a causa delle leggi speciali e la normazione dell’Unione europea ha dato origine a regole che sono espressione di una nuova identità comune, svincolata dalla tradizione romanistica. In ogni caso, l’identità comune si rapporta, più che ai contenuti, alla scienza del diritto, che è il principale retaggio dell’esperienza giuridica romana, sebbene i caratteri dei sistemi giuridici contemporanei siano in parte diversi. La normazione europea impone al giurista nuovi compiti, legati alle esigenze di unificazione e di armonizzazione dei sistemi giuridici, che possono essere assolti solo con la consapevolezza della commune tradizione giuridica. Essa è indispensabile sia per la costruzione di una nuova sistematica, comprensiva dei contenuti nazionali ed europei, sia per agevolare la comprensione di concetti moderni che affondano le loro radici nel diritto romano e per fondare istituti che, sebbene non previsti legislativamente in modo espresso, rientrano nella nostra tradizione giuridica. È venuto, pertanto, il momento, per gli storici del diritto e per i giuristi positivi, di unire le forze allo scopo di agevolare l’armonizzazione dei sistemi giuridici nazionali.
Pubblicato
Rilevanza internazionale
Articolo
Esperti anonimi
Settore IUS/18 - Diritto Romano e Diritti dell'Antichita'
Italian
diritto romano; tradizione romanistica; scienza giuridica; argomentazione giuridica; diritto privato europeo
Finazzi, G. (2017). Identità nazionali e identità europea alla luce del diritto romano e della tradizione romanistica. ITALIAN REVIEW OF LEGAL HISTORY, 2017(3), 1-68.
Finazzi, G
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Identità nazionali e identità europea.pdf

non disponibili

Descrizione: Contributo in libro
Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 587.64 kB
Formato Adobe PDF
587.64 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/194353
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact