Antonello Silverini. Quello che si vede