Il mesh morphing consente di rimodellare in tempi molto brevi le geometrie agendo direttamente sulla griglia di calcolo utilizzata per la modellazione CAE. Piccole variazioni di forma possono fare una grande differenza. Cambiamenti di superfici investite da fluidi portano ad esempio ad importanti variazioni in termini di prestazioni fluidodinamiche. Anche nel caso delle prestazioni strutturali le concentrazioni di tensione, che possono essere rappresentate come addensamenti delle linee di flusso di forza in analogia con l’idraulica, possono essere influenzate sensibilmente intervenendo sulla forma ed ottimizzando il convogliamento delle linee di forza. In questo articolo l’analogia viene dimostrata con una applicazione strutturale del software RBF Morph, sviluppato dieci anni fa per le applicazioni aerodinamiche della Formula 1, che grazie alla sua integrazione con il solutore FEM ANSYS Mechanical consente di semplificare notevolmente la vita del progettista e di diminuire, come dimostrato in questo esempio, di più del 20% la sollecitazione massima alla radice di un intaglio.

Biancolini, M.e. (2017). Ridurre le concentrazioni di tensione con il mesh morphing. A&C. ANALISI E CALCOLO.

Ridurre le concentrazioni di tensione con il mesh morphing

BIANCOLINI, MARCO EVANGELOS
2017-08

Abstract

Il mesh morphing consente di rimodellare in tempi molto brevi le geometrie agendo direttamente sulla griglia di calcolo utilizzata per la modellazione CAE. Piccole variazioni di forma possono fare una grande differenza. Cambiamenti di superfici investite da fluidi portano ad esempio ad importanti variazioni in termini di prestazioni fluidodinamiche. Anche nel caso delle prestazioni strutturali le concentrazioni di tensione, che possono essere rappresentate come addensamenti delle linee di flusso di forza in analogia con l’idraulica, possono essere influenzate sensibilmente intervenendo sulla forma ed ottimizzando il convogliamento delle linee di forza. In questo articolo l’analogia viene dimostrata con una applicazione strutturale del software RBF Morph, sviluppato dieci anni fa per le applicazioni aerodinamiche della Formula 1, che grazie alla sua integrazione con il solutore FEM ANSYS Mechanical consente di semplificare notevolmente la vita del progettista e di diminuire, come dimostrato in questo esempio, di più del 20% la sollecitazione massima alla radice di un intaglio.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Nessuno
Settore ING-IND/14 - Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine
Italian
https://aec-analisiecalcolo.it/pubblicazioni/aec/81/ridurre-le-concentrazioni-di-tensione-con-il-mesh-/
Biancolini, M.e. (2017). Ridurre le concentrazioni di tensione con il mesh morphing. A&C. ANALISI E CALCOLO.
Biancolini, Me
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/189276
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact