Giorgio Vasari e “l’ornamento dell’altare”. L’architettura negli oggetti per la decorazione e il culto: il caso di Arezzo