The ageing process of the population, other than generating an increase in demand for social services and care, extends the duration of retirement. In our system, based on intergenerational solidarity, this involves the absorption of a significant proportion of taxes and contributions to cover public expenditures, at the expense of investments that could promote development and economic growth. Recent reforms have been directed towards the compensation between disbursed pensions and contributions, as well as between the alignment of retirement age with life expectancies. However, such measures have several critical aspects. For what concerns the pension system it would be desirable to approve a legislative reform aimed at building a public-private system. In order to counter the negative demographic trend, it would be necessary to have public policies aimed at promoting services for children and a tax system favourable to couples with children. Equally indispensable is the promotion of female employment, the abolition of conditions which lead to wage discrimination between men and women, introduction of child care credits, strengthening management practices which take into account family life. In addition to these interventions directed at working parents, it would be fundamental to act on the income from contributions with policies aimed at: improved employment rate, increased productivity, emergence of illegal labour, encourage the return of the young Italian migrants.

Il processo d’invecchiamento della popolazione, oltre a generare un aumento della domanda di servizi socio-assistenziali e di cura, allunga la durata del collocamento a riposo. Nel nostro sistema, basato sulla solidarietà intergenerazionale, questo comporta l’assorbimento di una quota rilevante del prelievo fiscale e contributivo per coprire la spesa pubblica, a scapito di investimenti che potrebbero favorire lo sviluppo e la crescita economica. Le recenti riforme si sono finora indirizzate verso la corrispettività tra il trattamento pensionistico erogato e i contributi versati, nonché verso l’allineamento dell'età pensionabile con le aspettative di vita. Tuttavia, tali misure presentano diversi profili di criticità. Sul fronte previdenziale, perciò, sono auspicabili ulteriori interventi legislativi di riforma volti alla costruzione di un sistema pubblico-privato. Per contrastare la tendenza demografica negativa sono poi necessarie politiche pubbliche volte a favorire i servizi per l’infanzia e un sistema di tassazione favorevole alle coppie con figli. Ugualmente indispensabile è la promozione dell’occupazione femminile, la soppressione delle condizioni che producono discriminazioni retributive tra donne e uomini, l'introduzione di child care credits, l’intensificazione di pratiche gestionali che tengano conto della vita familiare. Oltre a questi interventi rivolti ai genitori lavoratori, è fondamentale agire sul fronte delle entrate contributive attraverso politiche tese a migliorare il generale tasso di occupazione, aumentare la produttività, far emergere il lavoro nero, incentivare il rimpatrio dei giovani italiani emigrati all’estero.

D'Andrea, A. (2016). Pensioni: crescita della vita e decrescita del tasso di natalità. MASSIMARIO DI GIURISPRUDENZA DEL LAVORO, "Colloqui giuridici sul lavoro” supplemento al n. 12/2016(n. 12/2016), 26-29.

Pensioni: crescita della vita e decrescita del tasso di natalità

D'ANDREA, ANTONELLA
2016-12

Abstract

Il processo d’invecchiamento della popolazione, oltre a generare un aumento della domanda di servizi socio-assistenziali e di cura, allunga la durata del collocamento a riposo. Nel nostro sistema, basato sulla solidarietà intergenerazionale, questo comporta l’assorbimento di una quota rilevante del prelievo fiscale e contributivo per coprire la spesa pubblica, a scapito di investimenti che potrebbero favorire lo sviluppo e la crescita economica. Le recenti riforme si sono finora indirizzate verso la corrispettività tra il trattamento pensionistico erogato e i contributi versati, nonché verso l’allineamento dell'età pensionabile con le aspettative di vita. Tuttavia, tali misure presentano diversi profili di criticità. Sul fronte previdenziale, perciò, sono auspicabili ulteriori interventi legislativi di riforma volti alla costruzione di un sistema pubblico-privato. Per contrastare la tendenza demografica negativa sono poi necessarie politiche pubbliche volte a favorire i servizi per l’infanzia e un sistema di tassazione favorevole alle coppie con figli. Ugualmente indispensabile è la promozione dell’occupazione femminile, la soppressione delle condizioni che producono discriminazioni retributive tra donne e uomini, l'introduzione di child care credits, l’intensificazione di pratiche gestionali che tengano conto della vita familiare. Oltre a questi interventi rivolti ai genitori lavoratori, è fondamentale agire sul fronte delle entrate contributive attraverso politiche tese a migliorare il generale tasso di occupazione, aumentare la produttività, far emergere il lavoro nero, incentivare il rimpatrio dei giovani italiani emigrati all’estero.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Comitato scientifico
Settore IUS/07 - Diritto del Lavoro
ita
The ageing process of the population, other than generating an increase in demand for social services and care, extends the duration of retirement. In our system, based on intergenerational solidarity, this involves the absorption of a significant proportion of taxes and contributions to cover public expenditures, at the expense of investments that could promote development and economic growth. Recent reforms have been directed towards the compensation between disbursed pensions and contributions, as well as between the alignment of retirement age with life expectancies. However, such measures have several critical aspects. For what concerns the pension system it would be desirable to approve a legislative reform aimed at building a public-private system. In order to counter the negative demographic trend, it would be necessary to have public policies aimed at promoting services for children and a tax system favourable to couples with children. Equally indispensable is the promotion of female employment, the abolition of conditions which lead to wage discrimination between men and women, introduction of child care credits, strengthening management practices which take into account family life. In addition to these interventions directed at working parents, it would be fundamental to act on the income from contributions with policies aimed at: improved employment rate, increased productivity, emergence of illegal labour, encourage the return of the young Italian migrants.
pension;birthrate;sustainability
pensione;natalità;sostenibilità
D'Andrea, A. (2016). Pensioni: crescita della vita e decrescita del tasso di natalità. MASSIMARIO DI GIURISPRUDENZA DEL LAVORO, "Colloqui giuridici sul lavoro” supplemento al n. 12/2016(n. 12/2016), 26-29.
D'Andrea, A
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2016 COLLOQUI GIURIDICI SUL LAVORO.pdf

non disponibili

Descrizione: PDF di "Colloqui giuridici sul lavoro” supplemento al n. 12/2016
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 2.19 MB
Formato Adobe PDF
2.19 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/170531
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact