Ocular trauma is the leading cause of acquired monocular blindness, accounting for 1.97–6% of such cases. Particularly, penetrating ocular injuries are among the most common eye injuries with this kind of outcome. Early diagnosis and prompt management are crucial to avoid complications and the especially dreaded enucleation. In this article, the authors describe the clinical management, and evaluate the visual and anatomical results obtained in a case of ocular injury with retained intraocular foreign body in a 20-year old female patient. The course of treatment involved a combination of penetrating keratoplasty with a temporary keratoprosthesis, phacoemulsification with intraocular lens implantation and pars plana vitrectomy. At three years from the initial injury, the patient was able to count fingers at 30 centimetres and anatomical restitutio ad integrum of the globe had been achieved.

Il trauma oculare è la principale causa di cecità monoculare acquisita, pari al 1,97-6% di tali casi. In particolare, le lesioni oculari penetranti sono tra le lesioni agli occhi più comuni con questo tipo di risultato. La diagnosi precoce e la gestione tempestiva sono fondamentali per evitare complicazioni e l'enucleazione particolarmente temuta. In questo articolo, gli autori descrivono la gestione clinica e valutano i risultati visivi e anatomici ottenuti in un caso di lesioni oculari con trattenuta di corpo estraneo intraoculare in un paziente di sesso femminile di 20 anni. Il corso del trattamento ha comportato una combinazione di cheratoplastica penetrante con cheratoprotesi temporanea, facoemulsificazione con impianto di lente intraoculare e pars plana vitrectomia. A tre anni dalla lesione iniziale, il paziente è stato in grado di contare le dita a 30 centimetri e la restitutio anatomica ad integrum del globo è stata raggiunta.

Sorrentino, S., Marsella, L.t., Feola, A., Marino, V., & Billi, B. (2016). Penetrating Ocular Trauma with Retained Intraocular Foreign Body: Management, Follow-Up and Medico-legal Evaluation. WEST INDIAN MEDICAL JOURNAL, 65(2), 391-394 [10.7727/wimj.2014.142].

Penetrating Ocular Trauma with Retained Intraocular Foreign Body: Management, Follow-Up and Medico-legal Evaluation

MARSELLA, LUIGI TONINO;
2016

Abstract

Il trauma oculare è la principale causa di cecità monoculare acquisita, pari al 1,97-6% di tali casi. In particolare, le lesioni oculari penetranti sono tra le lesioni agli occhi più comuni con questo tipo di risultato. La diagnosi precoce e la gestione tempestiva sono fondamentali per evitare complicazioni e l'enucleazione particolarmente temuta. In questo articolo, gli autori descrivono la gestione clinica e valutano i risultati visivi e anatomici ottenuti in un caso di lesioni oculari con trattenuta di corpo estraneo intraoculare in un paziente di sesso femminile di 20 anni. Il corso del trattamento ha comportato una combinazione di cheratoplastica penetrante con cheratoprotesi temporanea, facoemulsificazione con impianto di lente intraoculare e pars plana vitrectomia. A tre anni dalla lesione iniziale, il paziente è stato in grado di contare le dita a 30 centimetri e la restitutio anatomica ad integrum del globo è stata raggiunta.
Pubblicato
Rilevanza internazionale
Articolo
Nessuno
Settore MED/43 - Medicina Legale
eng
Ocular trauma is the leading cause of acquired monocular blindness, accounting for 1.97–6% of such cases. Particularly, penetrating ocular injuries are among the most common eye injuries with this kind of outcome. Early diagnosis and prompt management are crucial to avoid complications and the especially dreaded enucleation. In this article, the authors describe the clinical management, and evaluate the visual and anatomical results obtained in a case of ocular injury with retained intraocular foreign body in a 20-year old female patient. The course of treatment involved a combination of penetrating keratoplasty with a temporary keratoprosthesis, phacoemulsification with intraocular lens implantation and pars plana vitrectomy. At three years from the initial injury, the patient was able to count fingers at 30 centimetres and anatomical restitutio ad integrum of the globe had been achieved.
vitrectomy, keratoprosthesis, Intraocular foreign body
vitrectomia, cheratoprotesi, corpo estraneo intraoculare
https://www.mona.uwi.edu/fms/wimj/article/2190
Sorrentino, S., Marsella, L.t., Feola, A., Marino, V., & Billi, B. (2016). Penetrating Ocular Trauma with Retained Intraocular Foreign Body: Management, Follow-Up and Medico-legal Evaluation. WEST INDIAN MEDICAL JOURNAL, 65(2), 391-394 [10.7727/wimj.2014.142].
Sorrentino, S; Marsella, Lt; Feola, A; Marino, V; Billi, B
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
penetrating ocular trauma.pdf

accesso aperto

Licenza: Non specificato
Dimensione 811.82 kB
Formato Adobe PDF
811.82 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/165223
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? 0
  • Scopus 5
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 1
social impact