Il giustificato motivo oggettivo di licenziamento e le incertezze della giurisprudenza