La Corte elimina la componente di “concretezza” dal giudizio in via incidentale