Sraffa, il metodo "marginale" e il cambiamento