Prime osservazioni a margine del progetto di legge di riforma dei criteri attributivi della cittadinanza