Obiettivo del paper: L’obiettivo è evidenziare il ruolo della virtù del coraggio nell’imprenditorialità e in particolare la sua importanza per le imprese manufatturiere italiane che debbono costantemente affrontare nuove sfide. Si sottolinea così l’intimo legame sinergico tra coraggio, conoscenza e tempo. Metodologia: Il contributo analizza il succitato ruolo coniugando alcuni capisaldi di pensiero sull’imprenditorialità e sul concetto di coraggio nel pensiero filosofico con una accurata review della letteratura aziendalistica esistente. Inoltre, approfondisce l’analisi attraverso una lettura della dinamica evolutiva di Fiat tesa a dar rilievo ad alcune scelte strategiche permeate da coraggio. Risultati: L’articolo individua alcuni punti fermi sul concetto di coraggio cui convergono gli studi esaminati, evidenziandone la valenza nei comportamenti imprenditoriali. Inoltre, offre un contributo alla letteratura esistente sul tema attraverso una riflessione e un’analisi di un esempio di imprenditorialità italiana coraggiosa rilevante nel settore manifatturiero internazionale. Limiti della ricerca: Il principale limite è legato all’analisi di una sola impresa che per natura e caratteristiche dimensionali è solo in parte rappresentativa dell’industria manifatturiera italiana. Inoltre, ulteriori opportuni approfondimenti potrebbero riguardare l’importante relazione tra azioni di politica industriale del Paese e comportamenti imprenditoriali nel particolare ambito manifatturiero. Implicazioni pratiche: Dalla studio è possibile trarre elementi utili per migliorare la valutazione delle scelte di chi è alla guida di un’impresa e per dare concretezza ad azioni lungimiranti nell’ottica della reciproca funzionalità tra imprese manifatturiere e sistema-Paese. Originalità del paper: Lo studio coniuga il concetto di coraggio con il concetto di imprenditorialità combinando la letteratura classica e successiva esistente su entrambi i temi e si sofferma sul legame che unisce il coraggio con la conoscenza e il tempo, sottolineandone la valenza in ambito manifatturiero. Attualmente non esistono in letteratura contributi con siffatti approfondimenti.

Paniccia, P., Formisano, V. (2015). L’industria manifatturiera italiana: le sfide e il coraggio. SINERGIE, 33(98), 21-46 [10.7433/s98.2015.03].

L’industria manifatturiera italiana: le sfide e il coraggio

PANICCIA, PAOLA;
2015

Abstract

Obiettivo del paper: L’obiettivo è evidenziare il ruolo della virtù del coraggio nell’imprenditorialità e in particolare la sua importanza per le imprese manufatturiere italiane che debbono costantemente affrontare nuove sfide. Si sottolinea così l’intimo legame sinergico tra coraggio, conoscenza e tempo. Metodologia: Il contributo analizza il succitato ruolo coniugando alcuni capisaldi di pensiero sull’imprenditorialità e sul concetto di coraggio nel pensiero filosofico con una accurata review della letteratura aziendalistica esistente. Inoltre, approfondisce l’analisi attraverso una lettura della dinamica evolutiva di Fiat tesa a dar rilievo ad alcune scelte strategiche permeate da coraggio. Risultati: L’articolo individua alcuni punti fermi sul concetto di coraggio cui convergono gli studi esaminati, evidenziandone la valenza nei comportamenti imprenditoriali. Inoltre, offre un contributo alla letteratura esistente sul tema attraverso una riflessione e un’analisi di un esempio di imprenditorialità italiana coraggiosa rilevante nel settore manifatturiero internazionale. Limiti della ricerca: Il principale limite è legato all’analisi di una sola impresa che per natura e caratteristiche dimensionali è solo in parte rappresentativa dell’industria manifatturiera italiana. Inoltre, ulteriori opportuni approfondimenti potrebbero riguardare l’importante relazione tra azioni di politica industriale del Paese e comportamenti imprenditoriali nel particolare ambito manifatturiero. Implicazioni pratiche: Dalla studio è possibile trarre elementi utili per migliorare la valutazione delle scelte di chi è alla guida di un’impresa e per dare concretezza ad azioni lungimiranti nell’ottica della reciproca funzionalità tra imprese manifatturiere e sistema-Paese. Originalità del paper: Lo studio coniuga il concetto di coraggio con il concetto di imprenditorialità combinando la letteratura classica e successiva esistente su entrambi i temi e si sofferma sul legame che unisce il coraggio con la conoscenza e il tempo, sottolineandone la valenza in ambito manifatturiero. Attualmente non esistono in letteratura contributi con siffatti approfondimenti.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Esperti anonimi
Settore SECS-P/08 - Economia e Gestione delle Imprese
Italian
Paniccia, P., Formisano, V. (2015). L’industria manifatturiera italiana: le sfide e il coraggio. SINERGIE, 33(98), 21-46 [10.7433/s98.2015.03].
Paniccia, P; Formisano, V
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Paniccia Formisano_Fiat_Sinergie.pdf

non disponibili

Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 352.4 kB
Formato Adobe PDF
352.4 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/147287
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact