L’Unione europea, con la dir. 2008/101/Ce, ha stabilito unilateralmente di inclu-dere nel meccanismo per lo scambio commerciale delle quote di emissione di gas a effetto serra (EU ETS) adottato tramite la dir. 2003/87/Ce, le emissioni causate dai voli aerei in par-tenza da, o in arrivo a, un aerodromo situato nel territorio di uno Stato membro dell’Unione nonché in Islanda, nel Liechtenstein e in Norvegia in quanto Stati Parte dello Spazio econo-mico europeo. Tale scelta ha suscitato polemiche e dubbi a proposito della competenza dell’Unione stessa di emanare atti normativi aventi portata extraterritoriale e della compatibi-lità dell’EU ETS con gli obblighi imposti dall’Organizzazione mondiale del commercio (WTO). La dir. 2008/101/Ce e la sentenza della Corte di giustizia che ne ha confermato la validità, possono tuttavia contribuire alla configurazione di un regime giuridico internazionale in tema di emissioni di gas a effetto serra prodotte dal traffico aereo, da negoziare auspicabil-mente sotto l’egida dell’Organizzazione dell’aviazione civile internazionale (ICAO).

Simone, P. (2015). L’European Union emissions trading scheme (EU ETS) e la navigazione aerea. RIVISTA DEL DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE, 44(2), 193-238.

L’European Union emissions trading scheme (EU ETS) e la navigazione aerea

Simone, P
2015

Abstract

L’Unione europea, con la dir. 2008/101/Ce, ha stabilito unilateralmente di inclu-dere nel meccanismo per lo scambio commerciale delle quote di emissione di gas a effetto serra (EU ETS) adottato tramite la dir. 2003/87/Ce, le emissioni causate dai voli aerei in par-tenza da, o in arrivo a, un aerodromo situato nel territorio di uno Stato membro dell’Unione nonché in Islanda, nel Liechtenstein e in Norvegia in quanto Stati Parte dello Spazio econo-mico europeo. Tale scelta ha suscitato polemiche e dubbi a proposito della competenza dell’Unione stessa di emanare atti normativi aventi portata extraterritoriale e della compatibi-lità dell’EU ETS con gli obblighi imposti dall’Organizzazione mondiale del commercio (WTO). La dir. 2008/101/Ce e la sentenza della Corte di giustizia che ne ha confermato la validità, possono tuttavia contribuire alla configurazione di un regime giuridico internazionale in tema di emissioni di gas a effetto serra prodotte dal traffico aereo, da negoziare auspicabil-mente sotto l’egida dell’Organizzazione dell’aviazione civile internazionale (ICAO).
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Esperti anonimi
Settore IUS/13 - Diritto Internazionale
Settore IUS/14 - Diritto dell'Unione Europea
Italian
Diritto internazionale; Diritto dell'Unione Europea
Simone, P. (2015). L’European Union emissions trading scheme (EU ETS) e la navigazione aerea. RIVISTA DEL DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE, 44(2), 193-238.
Simone, P
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Simone RDN2015.I Estratto.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 570.11 kB
Formato Adobe PDF
570.11 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/145747
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact