È preso in esame il passo 204e-206a, tematizzando la funzione argomentativa e il valore concettuale attribuiti alla riflessione sul nome eros. Si nota come, da un lato, il nome appaia fuorviante, mentre, dall’altro, sia proprio la considerazione del nome a instradare verso l’esito dell’argomentazione (e cioè che l’oggetto dell’eros è il permanente possesso del bene). Il personaggio di Diotima, infatti, afferma che si dà una discrepanza fra il vero significato del nome eros e il suo uso corrente: eros designa in realtà uno holon (il desiderio di possedere ta agatha), benché sia solitamente riferito solo a una sua parte (il desiderio a sfondo sessuale). Si passa quindi a esaminare quale rapporto sussista fra questo holon e le sue parti, sia sul piano del nome (la complessiva area semantica di eros vs le sue accezioni ristrette) sia sul piano del nominato (to agathon vs altri specifici oggetti di eros). Son inoltre esaminati i rapporti concettuali fra le nozioni di holon, koinon e agathon.

Aronadio, F. (2016). What’s in the Name “Eros”? Onoma and Holon in Symposium 204e-206a. In E.M. Tulli M (a cura di), Plato in Symposium. Selected Papers from the Tenth Symposium Platonicum (pp. 218-223). Academia Verlag.

What’s in the Name “Eros”? Onoma and Holon in Symposium 204e-206a

ARONADIO, FRANCESCO
2016

Abstract

È preso in esame il passo 204e-206a, tematizzando la funzione argomentativa e il valore concettuale attribuiti alla riflessione sul nome eros. Si nota come, da un lato, il nome appaia fuorviante, mentre, dall’altro, sia proprio la considerazione del nome a instradare verso l’esito dell’argomentazione (e cioè che l’oggetto dell’eros è il permanente possesso del bene). Il personaggio di Diotima, infatti, afferma che si dà una discrepanza fra il vero significato del nome eros e il suo uso corrente: eros designa in realtà uno holon (il desiderio di possedere ta agatha), benché sia solitamente riferito solo a una sua parte (il desiderio a sfondo sessuale). Si passa quindi a esaminare quale rapporto sussista fra questo holon e le sue parti, sia sul piano del nome (la complessiva area semantica di eros vs le sue accezioni ristrette) sia sul piano del nominato (to agathon vs altri specifici oggetti di eros). Son inoltre esaminati i rapporti concettuali fra le nozioni di holon, koinon e agathon.
Settore M-FIL/07 - Storia della Filosofia Antica
English
Rilevanza internazionale
Articolo scientifico in atti di convegno
Plato, Symposium, eros, holon
Aronadio, F. (2016). What’s in the Name “Eros”? Onoma and Holon in Symposium 204e-206a. In E.M. Tulli M (a cura di), Plato in Symposium. Selected Papers from the Tenth Symposium Platonicum (pp. 218-223). Academia Verlag.
Aronadio, F
Contributo in libro
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ARONADIO What's in the Name Eros.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 773.69 kB
Formato Adobe PDF
773.69 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/144447
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact