Promoted by UNINDUSTRIA, the book titled “Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta” collects research results to address the issue of the Rome capital region and its growth prospectives in the context of the challenges of status, position, content outlined by the "Delrio Law" in 2014. The issue is developed approaching the Italian territories wide and innovative vision drawn from Europe for 2020 and 2050. Various sizes of metropolitan growth are intertwined with the intensification of territorial competition and the need to support it by adopting organizational forms of large and regional area, looking at cooperation to attract and entrench productive activities with high added value and highly qualified human capital in an environment that offers services, accessibility and quality of life. Large scientific references and international documents, benchmarks and context comparative analysis accompany the publication that assigns a central position in European politics both to Roma Capitale Metropolitan City and the region that integrates national, territories and businesses. The study emphasis Rome physiological distinctive fact in innovative challenges assumed by the country. The traditional view of a mono-centric Rome is outdated in favor of a new polycentric vision, where it is organised in 11 unions of municipalities that include Roman municipalities transformed into autonomous areas. This is accompanied by a vision of a region of Lazio as polycentric domin, functional to the construction of subsidiariy Territorial Agenda that sees together Region, Roma Capitale Metropolitan City and Latium provinces.

Il volume dal titolo Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta raccoglie i risultati della ricerca promossa da UNINDUSTRIA per affrontare il tema della Capitale e delle sue prospettive di crescita nel quadro delle sfide di status, posizione, contenuti delineati dalla “Legge Delrio”, avvicinando i territori italiani all’ampia ed innovativa visione disegnata dall’Europa per il 2020 e il 2050. Diverse dimensioni della crescita metropolitana si intrecciano con l’intensificarsi della competizione territoriale e la necessità di sostenerla adottando forme organizzative d’area vasta e regionali, guardando alla cooperazione per attrarre e radicare attività produttive ad alto valore aggiunto e capitale umano fortemente qualificato in un contesto capace di offrire servizi, accessibilità e qualità della vita. Corposi riferimenti scientifici e documentari internazionali, analisi comparative e di contesto accompagnano la pubblicazione che assegna a Roma Capitale Città Metropolitana, alla Regione che la integra a livello nazionale, ai territori e alle imprese una posizione centrale nella politica europea, sottolineandone il dato fisiologico distintivo nelle sfide innovative assunte dal Paese. La tradizionale visione di una Roma monocentrica è superata in favore di una nuova visione tendenzialmente policentrica, articolata in 11 Unioni di Comuni che includono i municipi romani trasformati in comuni autonomi. A questo si affianca la visione di una regione Lazio, anch’essa policentrica, funzionale alla costruzione di Agende territoriali sussidiarie che vedono insieme Regione, Roma Capitale Città Metropolitana, Province del Lazio.

Bifulco, R., Caroli, M.G., Coronato, M., D'Orazio, A., Franco, S., Giovannini, V., et al. (2016). Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta (M.G. Caroli, & M. Prezioso, a cura di). Roma : FrancoAngeli.

Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta

PREZIOSO, MARIA
2016-01

Abstract

Il volume dal titolo Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta raccoglie i risultati della ricerca promossa da UNINDUSTRIA per affrontare il tema della Capitale e delle sue prospettive di crescita nel quadro delle sfide di status, posizione, contenuti delineati dalla “Legge Delrio”, avvicinando i territori italiani all’ampia ed innovativa visione disegnata dall’Europa per il 2020 e il 2050. Diverse dimensioni della crescita metropolitana si intrecciano con l’intensificarsi della competizione territoriale e la necessità di sostenerla adottando forme organizzative d’area vasta e regionali, guardando alla cooperazione per attrarre e radicare attività produttive ad alto valore aggiunto e capitale umano fortemente qualificato in un contesto capace di offrire servizi, accessibilità e qualità della vita. Corposi riferimenti scientifici e documentari internazionali, analisi comparative e di contesto accompagnano la pubblicazione che assegna a Roma Capitale Città Metropolitana, alla Regione che la integra a livello nazionale, ai territori e alle imprese una posizione centrale nella politica europea, sottolineandone il dato fisiologico distintivo nelle sfide innovative assunte dal Paese. La tradizionale visione di una Roma monocentrica è superata in favore di una nuova visione tendenzialmente policentrica, articolata in 11 Unioni di Comuni che includono i municipi romani trasformati in comuni autonomi. A questo si affianca la visione di una regione Lazio, anch’essa policentrica, funzionale alla costruzione di Agende territoriali sussidiarie che vedono insieme Regione, Roma Capitale Città Metropolitana, Province del Lazio.
Settore M-GGR/02 - Geografia Economico-Politica
ita
Rilevanza nazionale
Promoted by UNINDUSTRIA, the book titled “Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta” collects research results to address the issue of the Rome capital region and its growth prospectives in the context of the challenges of status, position, content outlined by the "Delrio Law" in 2014. The issue is developed approaching the Italian territories wide and innovative vision drawn from Europe for 2020 and 2050. Various sizes of metropolitan growth are intertwined with the intensification of territorial competition and the need to support it by adopting organizational forms of large and regional area, looking at cooperation to attract and entrench productive activities with high added value and highly qualified human capital in an environment that offers services, accessibility and quality of life. Large scientific references and international documents, benchmarks and context comparative analysis accompany the publication that assigns a central position in European politics both to Roma Capitale Metropolitan City and the region that integrates national, territories and businesses. The study emphasis Rome physiological distinctive fact in innovative challenges assumed by the country. The traditional view of a mono-centric Rome is outdated in favor of a new polycentric vision, where it is organised in 11 unions of municipalities that include Roman municipalities transformed into autonomous areas. This is accompanied by a vision of a region of Lazio as polycentric domin, functional to the construction of subsidiariy Territorial Agenda that sees together Region, Roma Capitale Metropolitan City and Latium provinces.
Rome Capital City, sustainable metropolitan area, polycentrism, Economic Geography, Urban Geography
Roma Capitale, città metropolitana sostenibile, area vasta, policentrismo, Unione di Comuni, Geografia economica, Geografia urbana
Ricerca finanziata UNINDUSTRIA Lazio. Disponibile anche in versione e-book
http://www.francoangeli.it/Ricerca/Scheda_libro.aspx?ID=23318&Tipo=Libro&strRicercaTesto=&titolo=roma+metropolitana.+prospettive+regionali+e+ipotesi+cross-border+d++area+vasta
Curatele
Caroli, Mg; Prezioso, M
Bifulco, R., Caroli, M.G., Coronato, M., D'Orazio, A., Franco, S., Giovannini, V., et al. (2016). Roma metropolitana. Prospettive regionali e ipotesi cross-border d’area vasta (M.G. Caroli, & M. Prezioso, a cura di). Roma : FrancoAngeli.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Scheda_OPAC_Roma Metropolitana_2016 Curatela.pdf

accesso aperto

Descrizione: scheda OPAC volume
Tipologia: Altro materiale allegato
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 106.53 kB
Formato Adobe PDF
106.53 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/2108/142852
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact