Il sacrificio del chilometro zero sul terreno del libero scambio e il ruolo debole della Corte costituzionale