Buzzati, Savinio, Gadda, Tessa e i riusi irregolari