Le responsabilità del coordinatore infermieristico nell’esercizio delle sue attività e «la culpa in vigilando»