L'interpretazione pregiudiziale della convenzione di Bruxelles tra corte di giustizia e cassazione