Reperti di un passato minore. Il “museo” del “Signore di Stechlin”