Per rendere meno gravoso l’adempimento degli obblighi contenuti nel Decreto “Salva Italia” è stato introdotto il conto di base, un nuovo strumento che si inserisce fra le iniziative del Governo italiano per promuovere strumenti di pagamento più efficienti e migliorare l’inclusione finanziaria della clientela. Mediante una verifica empirica del grado di leggibilità dei fogli informativi dei conti di base, emerge come la comprensione delle informazioni sia un obiettivo di difficile realizzazione per il cliente tipico dei conti di base e, inoltre, come la comparazione delle alternative presenti sul mercato risulti assai difficoltosa. Per garantire l’accesso a tale strumento è stata adottata la Direttiva 2014/92/Ue, che entrerà in vigore nel 2016 e disciplinerà i diversi aspetti del conto di base fra cui, in particolare, i profili di semplificazione e uniformità. Tali aspetti, come reso evidente dalla verifica empirica condotta, sono suscettibili di miglioramenti non trascurabili a vantaggio della clientela.

Leonelli, L. (2014). Il conto di base: un’opportunità per l’inclusione finanziaria nella prospettiva europea. BANCHE E BANCHIERI, 41(4), 489-505.

Il conto di base: un’opportunità per l’inclusione finanziaria nella prospettiva europea

LEONELLI, LUCIA
2014-12-01

Abstract

Per rendere meno gravoso l’adempimento degli obblighi contenuti nel Decreto “Salva Italia” è stato introdotto il conto di base, un nuovo strumento che si inserisce fra le iniziative del Governo italiano per promuovere strumenti di pagamento più efficienti e migliorare l’inclusione finanziaria della clientela. Mediante una verifica empirica del grado di leggibilità dei fogli informativi dei conti di base, emerge come la comprensione delle informazioni sia un obiettivo di difficile realizzazione per il cliente tipico dei conti di base e, inoltre, come la comparazione delle alternative presenti sul mercato risulti assai difficoltosa. Per garantire l’accesso a tale strumento è stata adottata la Direttiva 2014/92/Ue, che entrerà in vigore nel 2016 e disciplinerà i diversi aspetti del conto di base fra cui, in particolare, i profili di semplificazione e uniformità. Tali aspetti, come reso evidente dalla verifica empirica condotta, sono suscettibili di miglioramenti non trascurabili a vantaggio della clientela.
Pubblicato
Rilevanza nazionale
Articolo
Nessuno
Settore SECS-P/11 - Economia degli Intermediari Finanziari
Italian
depositi bancari
Leonelli, L. (2014). Il conto di base: un’opportunità per l’inclusione finanziaria nella prospettiva europea. BANCHE E BANCHIERI, 41(4), 489-505.
Leonelli, L
Articolo su rivista
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Leonelli_Banche e Banchieri.pdf

non disponibili

Descrizione: articolo
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 1.06 MB
Formato Adobe PDF
1.06 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/2108/125063
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact