Appunti sull’immaginario dei nervi e il corpo scenico ottocentesco